Tweedot blog - Passaporto Espatrio di un Gatto

Un Gatto in Viaggio: Italia – Londra

Felix. Il gatto alla corte di Sua Maestà.

Primo marzo 2013. Eccomi qua fresca-fresca dopo un comodo volo Ryanair Toscana – Regno Unito. Cosa? Le parole “comodo” e “Ryanair” nella stessa frase? Ebbene sì, se paragonato alla trafila che abbiamo fatto lo scorso giugno per trasferirci a Londra con tanto di gatto in viaggio!

Tweedot blog magazine - Ryanair Italia Londra bye bye baby

Ve lo racconto…

E’ gennaio e i Maya ci pronosticano ancora una dozzina di mesi e poi il mondo finisce.
Che si fa per ingannare il tempo?
Il mio compagno ed io abbiamo due possibili scelte di fronte a noi: o ignoriamo calendari e profezie e continuiamo a condurre la nostra tuttosommatotranquilla vita trevigiana oppure ignoriamo calendari e profezie e decidiamo che tuttosommatoquellavitatranquilla ci ha un po’ svuotato e andiamo a cercar stimoli a Londra.
Mmm… Ok, votiamo Londra.
Tu, Felix, vieni? Risponde “Meow”, non più “Miao”. Lo prendiamo come un sì.

Tweedot blog magazine - Felix from Italy to London

Wow! Allora si va! E come si fa? Da dove si comincia?
Ah sì, per prima cosa licenziamoci: vuoi non trovare un lavoro a Londra?
Ciao capi, ciao colleghi, noi si va, ciao!
E poi avvisiamo famiglie ed amici. Ciao parenti, ciao amici, noi si va, ciao!
E poi disdiciamo il contratto d’affitto a Treviso mentre cerchiamo un flat adeguato a Londra. Ciao padrona di casa, ciao vicini, noi si va, ciao!
Fin qui tutto bene, facile e gagliardo. E anche molto romantico. Nel frattempo (dalla teoria alla pratica è ormai arrivato maggio) vendiamo le auto, la moto, i mobili, il televisore, la lavatrice e regaliamo tutto quello che scegliamo di non portare più nella nostra vita.
Bene, non resta che organizzare il viaggio, ossia la vera avventura.

Che Felix venga affidato a qualcun altro è fuori discussione. Coi gatti non hai scelta: ti si piazzano nella vita e tu non puoi opporre resistenza. Con Felix, poi, ne abbiamo vissute tante di avventure, lui non si può di certo perdere questa. Inoltre ha già iniziato a miagolare l’inglese!

Tweedot blog magazine - Felix the black cat stretching

Non siamo così ottimisti da credere che le compagnie aeree low-cost facciano anche trasporto animali domestici però mai avremmo immaginato che Felix potesse sollevare così tanto clamore.
Dopo aver interpellato una clinica veterinaria, un’anagrafe canina (?!?) e ben tre diverse agenzie di viaggio, dobbiamo arrenderci di fronte al fatto che neanche le compagnie high-cost sono disposte a far volare il nostro amico peloso e nero.
O meglio, British Airways lo sarebbe anche, ma alle seguenti condizioni:

  • the cat deve viaggiare vigile (quindi no calmanti o sonniferi) in stiva, in apposita cassa
  • the cat deve essere lasciato in aeroporto e viene imbarcato quando lo decide la compagnia, ergo o hai qualcuno a ritirare il pacco-gatto agli arrivi o devi essere pronto a salire sullo stesso volo
  • the cat viene ispezionato e rivoltato come un calzino una volta atterratoPer la modica cifra di circa 750 euro. Sola andata. Solo gatto.
    Ciao British Airways, noi si va… in treno!

    Tweedot blog magazine - trasporto animali Italia Inghilterra via treno

    Burocrazia felina.
    Per espatriare in Gran Bretagna Felix deve innanzitutto avere il passaporto e per questo andiamo prima in clinica a mettere il microchip e a fare il vaccino antirabbica e poi all’anagrafe canina (scusa Felix ma dalle nostre parti non c’è la felina). Questo vaccino deve essere fatto almeno 21 giorni prima di entrare in UK. La quarantena non è più in uso però Felix deve prendere uno specifico antiparassitario da non meno di 24 a non più di 48 ore dall’ingresso in Inghilterra. E anche l’antipulciezecche.
    Tutto questo certificato con uno stampino sul passaporto messo da un veterinario o prima di partire – quindi calcolando bene di non arrivare al confine al momento sbagliato – o al confine prendendo appuntamento.

    Lo so, vi è venuto il mal di testa. Anche a me: non basta la mia apprensione e il senso di colpa verso Felix per lo shock che temo di provocargli con il trasloco, ci si mette anche tutta ‘sta rigida e assurda trafila!
    Ad ogni modo, microchippiamo e vacciniamo, ci passaportiamo… più o meno una cinquantina di euro.
    Non è da sottovalutare la marca dei medicinali: l’impiegato all’anagrafe mi ha elencato una serie di episodi in cui, arrivati al confine, gli animali non sono stati accettati ed hanno dovuto attuare piani B, C, D, fino anche a fare marcia indietro.
    Non me la sento di citare cosa ha preso Felix, ma consiglio di ricontrollare fino all’ultimo minuto che tutta la prassi venga svolta secondo i canoni dettati dalla Regina Inghilterra.

    Tweedot blog magazine - pet passport - passaporto per animali

    Martina dell’agenzia di viaggio ci prepara l’itinerario e i biglietti per Felix ce li spediscono addirittura dalla Francia.

    Tweedot blog magazine - biglietti di viaggio per animali

    Infatti è di lì che passiamo:
    Treviso – Mestre (macchina)
    Mestre – Milano (treno)
    Milano – Paris Gare de Lyon (treno)
    Paris Gare de Lyon – Paris Gare du Nord (RER)
    Paris Gare du Nord – Calais (treno)
    Calais – Dover (taxi + traghetto)
    Dover – London Victoria (treno)
    London Victoria – casa (metro).

    Tweedot blog magazine - Italia Inghilterra viaggio con un animale

    Tutto insieme 22 ore di viaggio.
    Purtroppo neanche il tunnel che passa sotto La Manica vuole farsi attraversare da un peloso nero e per questo dobbiamo andar per mare dalla Francia all’Inghilterra.
    Diverso sarebbe stato se avessimo voluto imboccare il tunnel in macchina: in quel caso Felix sarebbe potuto venire con noi. Ma nel portabagagli…
    Io qui non voglio porre altre domande. Anche perché oramai mi vedo già in piedi e fiera sulla prua del ferryboat che con Felix per “zampa” miro l’orizzonte per poter al fine gridare: “Terraaaaa! Land ho!”.

    Tweedot blog magazine - Italia Inghilterra via mare con nave ferryboat

    Sulle ferrovie italiane e su quelle inglesi gli animali di piccola taglia non pagano; per la tratta francese invece Felix ha firmato un assegno di ben 41 euro con la sua affilatissima unghia!

    Tweedot blog magazine - trasportino gatto Italia Londra

    E così il 5 giugno abbiamo caricato lo zaino, infilato Felix nel trasportino nuovo e siamo partiti.
    Il peloso nero è stato un eroe. Non si è lamentato mai e chi ha un gatto sa quanto straziante sia quel verso gutturale che emettono appena li mettiamo in macchina. Eppure lui è stato buono buonino, ogni tanto ha chiesto qualche crocchetta e un po’ d’acqua ma niente altro. Piccola curiosità: prima di partire sono stata anche dalla mia fattucchiera di fiducia per farmi indicare dei Fiori di Bach adatti a rendere il trasloco per Felix meno traumatico.
    Ed ecco il risultato: Lorena e Felix in armonia nel nuovo flat di Londra.

    Tweedot blog magazine - Felix the black cat in London

    Per tutto il tempo impiegato a scrivere questo post, Felix è stato qui, smorfioso, accanto a me. E dice “Meow”.

    Tweedot blog magazine - Felix il gatto a Londra

    CONTATTI UTILI: Anagrafe Nazionale Felina // DEFRA // Pet Exports UK
    TESTI e FOTOGRAFIE © Lorena Loriato per Tweedot blog magazine. Tutti i diritti riservati.



Share Your Love
Email this to someoneShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0
87 commenti
  1. Super Felicetto!!

    • Lorena Loriato scrive:

      Meow (sgraff!)

    • Dopo aver fatto il passaporto al mio mitico Isidoro oggi dall’Inghilterra mi comunicano che è vietato tenere il gatto in appartamento (in affitto).. questo è stato detto da tutte le agenzie del Surrey al mio fidanzato che tra l’altro è un solicitor ovvero un avvocato con tanto di passaporto del Regno Unito e quindi la legge la conosce bene. Mi sembra folle che per tenere un animale in casa bisogna per forza prendere una casa singola in affitto con giardino ecc ecc ad aprile vorrei trasferirmi ma senza Isidoro è come se lasciassi un pezzo della mia famiglia a Roma, lui starebbe sicuramente bene nel giardino con i nonni ma io no. Mi sembra folle dover spendere 400 pounds in più al mese solo per l’ affitto. Qualcuno può darmi qualche informazione a riguardo??? io a Londra gatti e cani in appartamento ne ho visti.

  2. Ciao,io son nella stessa situazione ma con 2 cani…il nostro problema attualmente è trovar casa,sto cercando da quasi due mesi ma nessuno vuole i cani e avrei la possibilità di partire la prossima settimana con amici in macchina…voi dove avete cercato per la casa???

    Grazie

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Chiara!
      In effetti non è facile. Anche i gatti non sono ben accetti.
      Noi ci abbiamo messo due viaggi a Londra per trovare casa e alla fine abbiamo fortunatamente trovato un agente che ha mediato per noi con il padrone di casa.
      E’ impossibile cercarla dall’Italia, bisogna essere qui e battere a tappeto le agenzie ed essere pronti a piazzare un’offerta perché le case vanno letteralmente via come il pane. Inoltre, servono un bel po’ di referenze!
      Preferisci qualche zona in particolare?

      • Nooo!! Che brutta notizia, ma come gli inglesi così amanti dei pet si fanno problemi ad affittare case se hai animalini al seguito? Vorrei lasciare l’Italia per sempre ma non so come fare per non lasciare i miei gatti… solo all’idea già mi dispero!

        • Lorena Loriato scrive:

          Eh cara Nadia, ti capisco.
          Quanti gatti hai?

          • Un numero di gatti decisamente sopra la media… purtroppo lo stivalaccio italico è un paese da cui ormai si può solo scappare inorriditi e con tutta calma inizierò a pianificare una fuga per me e per loro, a costo di trasferirli un po’ alla volta…più facile a dirsi che a farsi lo so!

  3. Lorena Loriato scrive:

    AGGIORNAMENTO: Un’amica ha fatto questo Natale il viaggio inverso (gatto inglese da Londra a Verona) e purtroppo ha dovuto passare dall’Olanda perché pare che il tratto Dover-Calais non sia più percorribile in traghetto con i gatti.

    • Ciao Lorena, ho fatto il tragitto Bedford-Santa Marinella ad aprile 2013 con due gatti inglesi al seguito. Documentati, anti-rabbiati, sverminati etc…, ho preso il traghetto senza problemi, il tutto in macchina. Il viaggio e’ durato 2 giorni, ma e’ andato tutto bene e senza nessun impedimento. Non capisco come, dove e perche’ la gente abbia problemi.
      A luglio, ora 2014, rifaro’ il viaggio all’inverso: Santa Marinella-Bedford, stessa macchina, stessi gatti, poverini, ma non me ne separo neanche se mi pagano, credo basti attenersi alle regole e tutto fila liscio… incrocio le dita! 😉

  4. Beefeater scrive:

    Eppure il “piccolo” disagio per Felix val bene il lento sorgere dalle acque delle bianche scogliere di Dover!

  5. Fabrizio scrive:

    Ciao, io e la mia compagna ci traferiamo a newcastle e con noi abbiamo i nostri adorati cani (yorkshire e jack russell). Abbandonata l’opzione aereo, pensavamo di andare in macchina ma sapresti dirmi se potrebbero farci problemi una volta arrivati al tunnel?

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Fabrizio!
      Si, non vi lasceranno passare senza controlli. Questo è certo. Ti consiglio di fare un salto all’anagrafe canina più vicina e farti dire come procedere, sia per il passaporto (in caso ancora non ce l’abbiano), sia per essere in regola con vaccinazioni e antiparassitarie. Una persona che conosco qui a Londra, solo perché si era dimenticata di somministrare il vermifugo al suo cane (che va certificato da un veterinario) ha dovuto rimanere una notte al confine, appunto per aspettare le 24 ore necessarie perché l’antiparassitario sia “operativo”.
      Non è affatto semplice per i nostri amici viaggiare. Però se arrivi preparato andrà tutto liscio. Quindi nessuno meglio dell’anagrafe canina può darti le indicazioni aggiornate.
      Fammi sapere come va!
      Ciao!

  6. Marianna scrive:

    Ciao Lorena volevo chiederti alcune info se possibile.
    Ho letto sul sito della defra che non è più necessario il trattamento contro le zecche ma solo quello per la tenia e solo per cani. All’anagrafe mi hanno addirittura detto che non è necessario neppure questo ma sai com’è, avendolo letto proprio sul sito governativo inglese vorrei non rischiare. Inoltre per quanto riguarda il traghetto per i gatti mi sai dire dove trovo la comunicazione che non sono più ammessi? Perchè sul sito dei ferry sono inclusi tra gli animali domestici ammessi, purchè ovviamente muniti di tutta la documentazione necessaria. Un’ultima cosa: potrei avere delucidazioni per quanto riguarda la marca dei medicinali? La mia mail è kiana@inwind.it. Scusa ancora e grazie. Sto per fare le vaccinazioni alle mie bimbe e sono un po’ in apprensione.

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Marianna!
      Di certo la fonte più attendibile e aggiornata rimane l’anagrafe. Se non ti fidi prova a sentirne di più di una. In effetti a Felix ho dovuto applicare il Frontline che non è propriamente contro le zecche. Come antiparassitario ho dovuto somministrargli il Drontal. Il vaccino per la rabbia non ricordo come si chiama onestamente, devo recuperare il passaporto.
      Sul fatto della tratta in battello, riporto l’esperienza di un’amica che da Londra verso Verona lo scorso dicembre ha dovuto passare per l’Olanda e non per Calais in Francia. Chiederò a lei perché.
      Quando è prevista la partenza?
      Ciao!

      • Marianna scrive:

        Devo partire a fine mese. Io mi sono mossa in questo modo:
        1) sono andata alla usl veterinaria della mia città. Lì mi hanno detto di chippare i gatti e pagare un bollettino da 6,30 per ciascun animale.
        2) una volta chippate e pagati i bollettini sono tornata da loro che mi hanno consegnato i passaporti.
        3) a questo punto ho vaccinato le gatte e il cane contro la rabbia. Il mio veterinario è abilitato per apporre la certificazione sul passaporto.
        Ora siccome sul sito della defra c’è scritto che solo i cani devono fare il trattamento antiparassitario contro la tenia e che il principio attivo da utilizzare è il Praziquantel la mia vet mi ha prescritto il droncit iniettabile che poi inietterà lei a tutte e 3, perchè tanto sto comprando il flacone, per cui tantovale non rischiare e trattare anche i gatti.
        Sul sito della defra c’è scritto che non è necessario il trattamento per le zecche.
        Per quanto riguarda il traghetto, noi partiremo in auto. Avevo provato a fare un preventivo e c’era anche l’opzione gatti, anche se non fa differenza tra gatto e cane perchè si paga comunque sulle 30 sterline ciascuno. So per certo che però non possono scendere dall’auto in quanto è specificato chiaramente. Per cui mi è venuto da pensare che non possano salire se non si ha un mezzo con sè. Grazie mille delle info.

        • Lorena Loriato scrive:

          Prego Marianna.
          Intanto ho recuperato il passaporto. Il vaccino per la rabbia è il Nobivac Rabbia. E poi recupererò anche la mia amica per capire il problema del traghetto su Calais.
          So che traghetto in auto significa che gli animali devono rimanere nel portabagagli dell’auto tutto il tempo. Non è comunque una tratta molto lunga.

  7. Stefano scrive:

    Ciao Lorena! Hai scoperto il problema del traghetto su Calais.
    Sto uscendo pazzo per capire come portare il mio gatto
    Grazie di tutto!

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Stefano! Pare proprio che la cosa da fare sia contattare le compagnie dei traghetti, ad esempio P&O Ferries ( http://www.poferries.com/ ).
      Nel caso della mia amica che ha fatto il viaggio inverso lo scorso Natale, le avevano detto che non era più possibile portare animali, imbarcandosi come passeggeri a piedi, mentre sarebbe stato possibile se avesse viaggiato con l’auto, mettendo l’animale nel portabagagli.
      Il regolamento però potrebbe essere stato modificato ulteriormente quindi ti consiglio di sentire la compagnia di traghetti! Fammi sapere!!!

  8. ELEONORA scrive:

    ciao!Stesso problema per me e credo che affronterò il medesimo viaggio.
    Domanda: ti ricordi quanto spendesti di taxi da Calais a Dover?

    Addirittura avevamo pensato di affitare l’auto da Calais a Dover,
    lasciarla in un parcheggio a Dover,
    prendere il treno fino a Londra e poi tornare a riportare l’auto a Calais (dato che non si può fare drop off a Dover se affitti a Calais) e tornare in treno.

    Oltre alla spesa del taxi, se non si può far passare da tunnel nè da traghetto..potrei fare come la tua amica (dall’olanda).

    Le chiederesti solo bene come ha fatto?
    grazie

  9. Siamo arrivati in Inghilterra da 20 giorni e sono tornata per darvi la mia testimonianza.
    Noi siamo partiti in auto. Dalla Sardegna abbiamo fatto Porto Torres- Genova (170 euro con cabina) Da Genova siamo arrivati a Calais e abbiamo impiegato 10 ore, comprese le soste, e pagato circa 150 euro di pedaggi.
    Una volta a Calais abbiamo preso l’eurotunnel. E quì apro una parentesi per dire che se si fanno i biglietti andata eritorno, con ritorno per il giorno dopo, si paga 30 pound in meno rispetto a una sola andata. Mi spiego meglio: all’andata abbiamo giustamente prenotato per noi 3 più i 3 animali e poi il ritorno lo abbiamo prenotato per il giorno dopo registrando però una persona senza animali. Il numero delle persone non influisce, paga l’auto con fino a5persone sedute dentro. Gli animali pagano 30 pound ciascuno anche se, controllo a parte, non c’è nessun trattamento particolare per loro.(stanno in macchina come i padroni)
    Inoltre i biglietti dopo le 10 di sera costano molto meno e anche se voi prenotate per le 23:00 ma arrivate alle 22:00 e fate l’accettazione vi fanno partire prima.A noi è successo. Per quanto riguarda gli animali appena arrivati si fanno i controlli presso un ufficio. Lì controlleranno che i chip degli animali corrispondano ai libretti, che sia stata fatta l’antirabbica e sono sicura al 99% che abbiano controllato l’echinococcosi solo nel passaporto del cane e non in quelli dei gatti. A quel punto vi daranno un lasciapassare. Nessuno ci ha controllato l’auto per cui se per assurdo avessimo voluto omettere la presenza di qualche animale avremmo potuto. Il mio non vuole essere un invito a fare i furbi, perchè probabilmente siamo stati solo molto fortunati, ma è un invito a prendere le cose con maggior leggerezza di come ho fatto io, che mi sono presa male per tutto il viaggio con l’incubo che non ci facessero passare per qualche stupido errore nei passaporti.

    • Lorena Loriato scrive:

      Grazie per la tua testimonianza, Marianna. Sono contenta che siate arrivati!
      Le regole quindi sono cambiate ancora. A noi avevano detto che con l’auto il gatto avremmo dovuto metterlo nel portabagagli! Bene così!
      Hai ragione, non è il caso di mettersi troppa paura addosso ma è davvero indispensabile informarsi bene.
      Ciao e welcome in the UK 😉

  10. Francesca scrive:

    Ciao! In questo momento sto progettando il viaggio di solo andata per London con due gatti. Già ho trovato una casetta perfetta per loro e adesso arriva il bello, anzi il brutto, il temibile viaggio. Prima di tutto non ho capito se devono fare questo antiparassitario o no perchè dal sito defra non risulta nulla dunque i gatti non dovrebbero farlo o sbaglio? Cioè non so se fidarmi!!
    Comunque io voglio provare a vedere se via aereo è possibile altrimenti opto per treno fino a Parigi e poi affitto macchina, mi pare l’unica soluzione possibile anche se bisogna riportare la macchina in terra francese.
    Di sicuro vi farò avere notizie almeno per vedere se qualcosa è cambiato in favore dei nostri pets!
    ps. mi sa che per i miei gatti ci vorrà un forte sedativo, non sono bravi come il tuo Felix ;D

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Francesca! Prova i Fiori, sono miracolosi 😉 Facci sapere come andrà e magari potresti aiutare Martina, qui sotto, a trovare una sistemazione… facciamo comunella 😉 A presto e buon viaggio!

  11. martina scrive:

    dovrei partire x londra a fine mese ma io ho 4 cani e nessun affitto li accetta come hai fatto a trovarla ? come posso fare? dove posso cercare una casa in affitto che mi accetti i cani? mi serve un aiuto ti prego non sò dove battere la testa a fine luglio devo lasciare anche la mia casa messa in affitto….dove posso trovare un affitto x loro? mio marito è già la da 3 mesi…. aiuto aiuto per favore grazie 1000
    martina

  12. per favore rispondetemi…..

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Martina! Non disperare, continua a muoverti con fiducia, vedrai che qualcosa riuscirai a trovare… l’unica cosa che puoi fare è tentare, chiedere a tutti.
      Sinceramente io stessa qui a Londra non ho incontrato padroni di casa che accettassero molti animali, forse ti consiglierei di spostarti più fuori Londra.
      Ti auguro buona fortuna!

  13. Grazie Lorena!
    Noi per ora abbiamo prenotato il TGV da Torino a Calais Frethun,
    Ci fermeremo a dormire a Calais una notte da una coppia di ragazzi gentilissimi (trovati sul sito AIR BNB che consIglio a tutti.44 euro per una notte!).

    Volevo chiederti un info: tu hai preso il taxi più il traghetto giusto?
    Domanda: come hai prenotato il traghetto?Sul sito P&O Ferries?
    L’hai prenotato prima e poi là a Calais hai preso il taxi?
    Mi spieghi bene come hai fatto e quanto hai speso?

    Mi pare la scelta più intelligente!
    Ti prego fammi sapere qualcosa perchè sto letteralmente IMPAZZENDO >_<

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Eleonora! Ti capisco :)
      Sì, io ho preso il taxi dalla stazione di Calais al porto. Però non avevo prenotato i biglietti, essendo noi passeggeri a piedi, e purtroppo non ricordo quanto ho speso…
      Se dovessi ritrovare i biglietti ti aggiornerò, promesso! 😉

  14. grazie della risposta! Stiamo cercando a Brigthon……… hai ragione ci sono più possibilità. Non ho altre possibilità che andare, trovarmi un lavoro e poi tornare a prendere i cani…….anche se spero di portarli subito…..pregando di trovare una casa che li accetta….sono un pò depressa sinceramente ma si và avanti!!!! grazie ancora. Se qualcuno mi dice come ha fatto x trovarla con animali a seguito sarei felice! baci e grazie ancora

  15. Una mia amica ha fatto esattamemte il tuo stesso giro lo scorso settembre (partendo da milano) con il suo Labrador. Io ho rinunciato a portare,il mio gatto perche avevo paura mi morisse con tutto quel viaggio. L ho lasciato ai miei genitori ma adesso mi sto informando perchè vorrei portarlo con me. La buona notizia è che al ritorno potrete portarlo tranquillamemte in italia con l’aereo (le compagnie lowcost però non accettano mai animali per questioni di spazio, nemmeno per i voli nazionali). Comunque questa cosa andrebbe denunciata, non è possibile non poter viaggiare con il proprio animale domestico negli UK nel 2013. Dovrebbe anche essere una misura contro l’abbandono. Speriamo si muovano, perchè è vergognoso. Ps: gli UK non sono per niente un paese pet friendly, ve ne accorgerete XD

    • Ahimè purtroppo non è così….Sto organizzando la mia partenza per tornare in Italia e mi sono letteralmente disperata nel cercare un modo per portare il mio Pablo nel bel paese dall’Inghilterra dove vivo attualmente…. Purtroppo la storia è sempre la stessa, nessuna compagnia aerea accetta pets a bordo DA/PER la Gran Bretagna!!!! Ti propongono in alternativa un servizio privato di trasporto animali costosissimo e ti assicurano la consegna del gatto/pacco in circa 24 h (che ovviamente ho escluso immediatamente!!!!)…… A questo punto grazie all’esperienza di Lorena mi sono convinta di partire in treno, arrivare a Dover, affittare poi un taxi per attraversare la Manica, riprendere il treno fino a Parigi e da lì finalmente un aereo per Napoli!!!!! Volevo però porre una domanda: sapete quali compagnie di treni in Inghilterra accettano i pets a bordo dato che Eurostar non li ammette?? Aspetto una vostra gentile risposta…. Grazie mille per l’aiuto!!! Lorena sei stata a dir poco preziosa!!!!!

      • Lorena Loriato scrive:

        Cara Gaia,
        sono contenta che il viaggio di Felix sia stato prezioso per molti.
        Da quella volta le normative sono cambiate per poi ritornare a quelle sperimentate da noi… ora non so più cosa si siano inventati e mi chiedo se le regole siano così demotivanti solo perché si tratti di entrata ed uscita da un’isola. Una mia amica di un’agenzia di viaggi mi disse quella volta “è più facile portare un gatto a New York che in Inghilterra!”. Non so se scherzasse.
        Da quello che so io tutti i treni accettano i gatti nel trasportino tranne l’Eurostar. Una volta arrivata a Dover non ti conviene prendere il traghetto anziché noleggiare un taxi per attraversare il tunnel? Intendo economicamente.

        Ciao!
        Lorena

  16. Cara Lorena,
    grazie di esistere!!! Ho trovato questo blog di eccezionale utilità quando ho iniziato a comprendere in che razza dimpresa mi ero impelagata volendo trasferirmi a Londra con la mia gatta Ginger. Barcamenarsi tra tutte le assurde regole imposte dal Regno Unito per l’accesso dei tanto amati pet è davvero una prova di nervi non da poco.
    Solo oggi ho finalmente acquistato il biglietto del treno Thello Roma-Parigi (una cabina di vagone letto…vero lusso) per il 4 di agosto! A Calais verrà a prendermi una fantastica signora inglese, amica di amici, che, mossa da spirito “gattaro” – pur non avendomi mai conosciuta – si è offerta di fare su e giù per la Manica in auto per permettermi di arrivare in modo umano in suolo britannico.
    Per chiunque si accinga a compiere la traversata con l’eurotunnel, allego il link sui pet:
    http://www.eurotunnel.com/uk/traveller-info/pets/PET-travel-scheme-checklist/

    Aggiungo un paio di tips per l’iter veterinario/burocratico.
    Attenzione a fare prima il microchip e poi l’antirabbica altrimenti quest’ultima non è più valida. Verificate sul sito DEFRA:
    https://www.gov.uk/take-pet-abroad/rabies-vaccination-boosters

    Sono diventata pazza a cercare di capire se anche per i gatti occorre fare gli antiparassitari subito prima della partenza. No, non è più necessario (controllate i due link precedenti), ma parecchi veterinari non lo sanno (nemmeno il mio, che pure è molto bravo e aggiornato).

    Dunque da qui al 4 agosto io incrocerò le dita, Ginger incrocerà le zampine….e speriamo di poter scrivere il prossimo post felici e contente dal suolo britannico.

  17. Anche io devo arrivare con il mio Felix ad Ottobre!! Ma si puo’ noleggiare un auto secondo voi da Dover a Calais per attraversare la manica con il traghetto e riportarla lo stesso giorno? Ho il mio ragazzo che vive gia’ in UK ma non ha la macchina e l’idea sarebbe che venisse a prendermi con il micio.
    Aiuto!!!!

  18. Grazie! A te che Lorena hai scritto questo post e ai tutti i vostri commenti-riferimenti-storie.
    Come molte di voi sto per trasferirmi in Uk, è stato tutto molto veloce, il lavoro ha chiamato e noi abbiamo risposto, ma un attimo dopo sono inizate le paranoie, i dubbi, le domande e forse primo fra tutti: “Brian?!”
    Brian è il nostro gatto da 7 anni, ha scelto di vivere con noi il giorno che è salito sulla mia macchina (viveva per strada) e da allora è diventato tanto, tanto importante, che oggi ci facciamo mille domande… è giusto lasciarlo qui dai nostri genitori nel suo ambiente? Siamo egoisti a desiderare di portarlo con noi in questa avventura e fargli subire lo stress di un ulteriore vaccino, un microchip… e poi il trauma di un viaggio? Scusate, mi sto veramente facendo tante domande, leggere i vostri racconti mi incoraggia a portarlo con noi. Questo è il suo ambiente, ma noi siamo la sua famiglia! ❤
    Comunque, noi faremo tutto il viaggio in macchina, partendo da Livorno e poi traghetto. Microchip-vaccino antirabbia-21 giorni:passaporto. Niente antiparassitari. Un po’ di fiori di Bach e… tante coccole e incrocio le dita per tutti voi, non solo per il viaggio, ma anche per queste nuove vite!

  19. Che splendido gatto!! Si vede proprio che gli vuoi bene, è fortunato…
    Io ne ho uno grigio a macchie bianche, ma spesso mi fà arrabbiare

  20. … tutto il “BENE” che fai ti ritornerà indietro Lorena ❤
    E anche se non devo portare un gatto in UK ti sono comunque “GRATA” per questo incommensurabile contributo… dopo tutto “MADE-WITH-LORE” vorrà dire qualcosa, no? ❤

  21. Ciao Lorena e GRAZIE!!!
    Da settimane ormai ho scoperto che portare un gatto in UK è un incubo! Ma grazie al tuo blog ho ritrovato almeno un pò serenità e qlk speranza che si può fare e non lascerò Candy, la mia micia, a nessuno :) quindi GRAZIE
    Volevo chiedere solo un paio di cose se puoi aiutarmi, sto cercando la soluzione più tranquilla, per lei, e sto cercando di fare un preventivo. Tu cosa mi suggerisci anche dal punto di vista economico? Treno fino a Calais ma con quale compagnia? e poi traghetto (con imbarco su taxi?) o Eurotunnel con auto che poi credo dovrò noleggiare…
    Grazie Lorena e grazie anche a tutti gli altri per i vostri commenti 😀

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Ivano!

      Grazie e grazie a Tweedot che ha acconsentito a pubblicare questo post!
      Non credevo che il viaggio di Felix potesse essere così d’aiuto ma sono stracontenta che lo sia stato! E così pure tu e la tua Candy potrete rimanere insieme :-)

      Lasciando perdere a priori l’opzione aereo, dal punto di vista economico sicuramente conviene il treno, a meno che tu poi possa lasciare l’auto a noleggio in Inghilterra. In realtà era una opzione che avevamo valutato anche noi (però con furgone così spostavamo contemporaneamente anche le nostre cose) ma non ci conveniva perché avremmo dovuto riportare poi il mezzo in Italia per via della guida invertita.

      Io il treno l’ho preso da Parigi ed era un normale inter-regionale che ci ha portati fino a Calais. Ci siamo imbarcati a piedi sul traghetto, credo che il taxi costi tantissimo perché comunque la traversata dura un paio d’ore. Una volta arrivati a Dover abbiamo preso un altro treno per raggiungere Londra.

      Abbiamo scoperto che il nostro gatto non soffre affatto gli spostamenti in treno mentre in auto è un disastro… urla disperate!
      Io non so con le auto a noleggio per attraversare il tunnel quali siano le normative in uso. So però che col traghetto Felix è stato tranquillo e al sicuro nel suo trasportino in una gabbia gigante fa leoni nel piano dove stanno le macchine. Ci hanno anche permesso di scendere a controllare a metà del viaggio.

      Spero di esserti stata d’aiuto!
      Buon viaggio!

  22. Ciao a tutti, tocca anche a noi!

    Posso chiedervi come vi siete organizzate con i treni?
    Avete fatto i biglietti in anticipo?
    Avete cambiato treno piu’ volte o si trova un diretto Parigi Calais?
    A Calais si trova facilmente un taxi o una macchina da noleggiare?
    ..ricordate il prezzo del taxi? Conviene noleggiare la macchina?

    Graaaaaaaaaazieeeeeeeeee

    Help please 😀

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Silvia!

      Abbiamo fatto in anticipo i biglietti per il treno Parigi-Calais (senza cambi). Ci ha aiutato un’agenzia di viaggi ed è stata una buona soluzione perché le stazioni a Parigi non le ho trovate superintuitive… a Calais ci sono i taxi giusto fuori dalla stazioncina e dovremmo aver speso attorno ai 20 euro.
      Se per noleggiare una macchina intendi nel tratto Calais stazione – Calais porto, allora no, direi di no.
      Ciao!

  23. Ce l ho fatta sono a Londra da 2 settimane!!!!! abbiamo trovato una casa ad harrow!!! i cani li ho portati subito con me……cazzo però 900 streline!!!!!! La fase 2 è trovare un lavoro!!!! bacioni oni!!!!!

  24. un monte di spazio!!!! finalmente ho realizzato il sogno della mia vita compreso di figuracce perchè ancora non capisco un tubo…..e non sò un granchè di inglese…..ma volere è potere!!!!! anche perchè sarei l unica stronza a non impararlo!!!!! :) :)grazie 100 per tutto!!! hai fatto un gran sito!!!! è bellissimo e utile!!! baci baci baci!!

  25. Ciao ho letto il tuo articolo e l’ho trovato veramente illuminante.
    Io dovrei partire per ottobre con il mio cane Victoria
    Più o meno ho organizzato tutto l’unica tratta del viaggio che mi manca da colmare è appunto Calais/Dover ho letto che tu l’hai fatta in taxi e volevo sapere come prenotare il taxi e il traghetto.
    Ti prego di rispondere al piu presto perchè siamo disperati e di lasciare vicky qui NON se ne parla NEMMENO!
    Grazie

    • Lorena Loriato scrive:

      Ciao Simone!
      No, forse mi sono spiegata male. Abbiamo fatto in taxi la tratta Calais stazione – Calais porto. La tratta Calais porto – Dover porto l’abbiamo invece fatta in traghetto 😉

  26. Alessandra scrive:

    Grazie per aver condiviso questa esperienza. Dovrò portare la mia gatta in Uk e sono.. agitata!!

  27. Ciao Lorena,

    come gli altri sono capitata sul tuo blog cercando informazioni su come portare il mio gatto da Roma a Londra.
    Il mio povero gatto ha gia’ fatto il suo primo trasloco (intercontinentale) dall’Oman all’Italia e ora che io sono in Inghilterra voglio portarlo qui (adesso e’ temporaneamente dai miei genitori in Italia).
    Il gatto soffre da morire nella gabbietta quindi l’opzione di viaggiare via terra non e’ proprio fattibile per la povera creatura. In piu’ sono freelancer e per ogni giorno che non lavoro non guadagno quindi piu’ giorni liberi prendo e piu’ il trasloco mi costa.. tanto vale usare una di qulle agenzie che sparano prezzi ridicoli per organizzare tutto!

    Ho contattato un’agenzia che si occupa esclusivamente di trasporto internazionale di animali domestici, sembrano in gamba ma mi hanno quotato un prezzo che secondo me ci trasporto un cavallo! piu’ di US$ 4000!!!

    Mi sto stressando da impazzire. Il mio gatto mi manca tantissimo ma sto trovando veramente difficile organizzare il tutto da Londra mentre lui e’ a Roma!

    In piu’ nel giro di mesi mi dovo’ trasferire di nuovo (a Febbraio) in Corea del Sud … se poi e’ un problema farlo volare dall’Inghilterra diventa veramente straziante; tanto vale che lo mando direttamente in Corea dall’Italia appena mio marito ha trovato una casa li ..

    il gatto mi manca da morire e queste complicazioni inglesi mi stanno proprio deprimendo!

    Sembra proprio vero quello che ti ha detto la tua amica riguardo alla semplicita’ del trasloco in Inghilterra, ti posso dire con certezza che e’ stato molto piu’ facile organizzare il trasporto dei miei animali dall’Oman all’Italia che questo da Roma a Londra!

  28. Ciao!! Anche io sono con due pelosi neri proprio come Felix e una bella tartarugata… mi hai in parte tranquillizzata sul viaggio Inghilterra… ma mi premeva un’altra questione: come hai fatto a trovare casa??? Io mi sono informata e mi dicono tutti che prima bisogna consegnare almeno una busta paga… ma noi ci licenzieremmo di qui e con la liquidazione si pensava di trovare una casa in affitto e trasferirsi e allora trovare lavoro… si può fare?? Help!!

  29. Marianna 2 scrive:

    Ciao ragazzi, anche io stavo programmando la mia partenza x Londra con i miei due gatti, ovvio che mi sto solo portando avanti x il momento
    A questo punto dopo aver letto i vari commenti ed esperienze , intuisco che treno +traghetto siano le soluzioni piu’ percorribili. BA ha costi eccessivi , ma mi piacerebbe sapere se c’e’ qualcuno che ha portato il cane/gatto in Uk in aereo e cm si e’ trovata
    Togliendo la tratta di Treviso ( io partirei direttamente da Milano) copio sotto il percorso che ha fatto Lorena
    Milano – Paris Gare de Lyon (treno)
    Paris Gare de Lyon – Paris Gare du Nord (RER)
    Paris Gare du Nord – Calais (treno)
    Calais – Dover (taxi + traghetto)
    Dover – London Victoria (treno)
    London Victoria – casa (metro).
    Avrei alcune domande : non ci sono treni diretti che portano a Calais?? e piu’ o meno quanto tempo e soldi ci vuole x fare tutto questo percorso?? leggevo 22 ore dal tuo itinerario. Da Dover magari potrei farmi venir a prendere in macchina da un’amico. potreste farmi un piccolo riassuntino??? mi sono persa un po’ tra tutti i commenti. ma quindi su treni e traghetti i gatti potrebbero viaggiare tranquillamente senza nessuna regola o restrizione particolare?? Magari un’agenzia di viaggia saprebbe darmi notizie certe senza depistarmi??
    Grazie in anticipo e complimneti x il blog

    Marianna

  30. Ciao Martina! Io arrivo a Londra fra pochi giorni, da sola, per un primo tempo.
    Però vorrei cercare una casa con giardino per il mio fidanzato,2 cani e 3 gatti. So che dovrò stare in zone 4/6 , ma tu come hai fatto a trovare casa per voi e i cani ?? ….hai qualche indicazione da darmi ?
    Help me !!
    Grazie Sonia

    • Scusami non avevo letto il messaggio, noi abbiamo trovato per una botta di fortuna dopo aver cercato e cercato, avendo 4 cni non è stata proprio una passeggiata. Io non ho il giardino ma ho un “parco” gigante a 5 minuti da casa.
      Mi dispiace ma non ho indicazioni ma se vuoi posso aiutarti a cercare se non hai trovato,spero di si comunque!!! Ia mia email è puzzottero@yahoo.it.
      SCUSAMI ANCORA TANTO E SE HAI BISOGNO FAMMI SAPERE non ti preoccupare se posso aiutarti lo faccio!!!!!

  31. anche io a giugno mi trasferisco a londra…e sto guardando ogni possibilità…comunque sul traghetto nn fanno portare animali, solo via macchina… :(((

  32. Ciao a tutti! Mi chiamo Alessia, ho 22 anni e io, il mio ragazzo e la nostra tenera e dolce rottweiler di due anni vorremmo partire per Londra a febbraio. Ho letto tutti i numerosi commenti ma non ho ancora capito come risolvere il problema del tratto Calais Dover. Noi Arriveremmo a Calais In treno, quindi saremmo senza auto. Per arrivare a Londra quindi ke possibilita’ avrei? Nessuna possibilita’ di tenere Ebby sempre vicino a me per non staccarle mai gli occhi di dosso?

    Grazie in anticipo!

  33. Ciao anche io ho il mio Felix da portare a Londra.
    Ho letto sul sito http://www.gov.uk che i gatti possono raggiungere londra in aereo in cabina se rispettano il pet travel scheme in vigore da poco. Poi dicono che una lista di compagnie gornisce questo servizio e si può scaricare il file con questa lista.
    Individuo iberia e lufthansa ma pare che loro non ne sappiano nulla.Qualcuno haviaggiato per Londra con queste compagnie insieme al gatto?

  34. Ciao, andiamo in macchina a Londra perche vogliomo portare il nostro gatto.C’E’ qualcuno che ha fatto da poco questo viaggio?Vorrei esser sicura che non hanno cambiato qualcosa riguarda i docum neccessari per gatti. Grazie.

  35. Ciao a tutti io una soluzione l’ho trovata per la parte Calais obbligo macchina!!! La soluzione è prendere il traghetto della LD Ferries lines non P&O e partire da Dieppe invece che da Calais con destinazione Newhaven (UK), da li il treno inglese normalmente per raggiungere Londra o altre parti.
    Spero di esservi stata di aiuto!! Io dovrò essere li il 06 di gennaio, magari ci si vede per una birretta in compagnia dei quadrupedi!! Ciao a tutti e buon viaggio 😉

    • Ciao Elisa,
      a luglio devo affrontare anch’io un viaggio in UK con Charlie (il mio jack russel :) ). Volevo chiederti come è andata la soluzione da Dieppe che ho trovato anch’io per portarlo senza macchina e che treni hai preso per arrivarci dall’Italia.
      grazie mille,
      Ruben.

  36. ciao!Io sto portando il mio cane in treno pero sto cercando di capire i traghetti se accettanti anche pedoni con cane!sapreste darmi un aiuto?grazie =)

  37. Lorena sei diventata il mio idolo. Sei riuscita a spiegare passo per passo tutto ciò che bisogna fare per portare il gatto dall’Italia a Londra e non sai quanto ti ringrazio per questo post.
    Volevo dire che sono riuscita a trovare una sistemazione relativamente economica e più veloce, che funziona tramite una compagnia di taxi stupenda a Folkestone, che fanno il percorso con gli animali.
    Il percorso sarebbe il seguente:
    Milano – Parigi Charles de Gaulle (in aereo)
    Parigi Aeroporto – Calais (in treno)
    Folkestone Taxis ti vengono a prendere in stazione, fanno il tunel e ti lasciano alla stazione di treni di Folkestone. Da li prendi un treno per Londra.
    Il costo del trasporto è di 189sterline e include tutti i costi per due passeggeri + gatto.
    Altrimenti, loro fanno anche Parigi-Aeroporto – Londra per 489 pounds.
    Ecco qui il loro contatto: http://www.folkestonetaxi.com/

    Saluti e grazie ancora :)

    • Valentina scrive:

      Ciao!
      Grazie per le ulteriori info…da quello che scrivi deduco che nei treni all’interno della Francia il problema del trasportare un gatto non esiste,è corretto?A fine Maggio affronteremo lo stesso tipo di viaggio…sono andata a vedere il sito dei taxi….mi sembra ottimo,tu hai prenotato e pagato on line o come hai fatto?Una volta arrivati in UK,nel treno da Folkestone a Londra non vi hanno fatto problemi?Che ansia!Noi arriviamo alla stazione di Parigi Gare de Lyon,dobbiamo dunque arrivare alla stazione Gare du Nord e poi prendere il treno per Calais?Perdona le mille domande ma mi sto seriamente preoccupando!Ti ringrazio!
      Valentina

    • ciao…
      vorrei un aiuto per capire come muovermi tra
      Parigi Aeroporto – Calais (in treno)
      Devo prenotare per me e i miei figli pelosi???
      Posto sul treno??
      Hai dato qualche sedativo ai tuoi gatti??
      i miei non sono abituati a uscire.
      e grazie per l’indirizzo web del Folkestone Taxis.
      Dopo aver letto il tuo post… mi sono presa di coraggio.
      Una volta arrivati in UK,nel treno da Folkestone a Londra non vi hanno fatto problemi?
      ti prego rispondimi…. sono agitatissima…
      e sul taxi come hanno viaggiato i gatti??

      grazie ….

    • Valentina scrive:

      Grazie, Lorena! E grazie a tutti coloro che hanno lasciato un prezioso contributo su questo blog! Noi partiamo da Bari in 2 con i mici Egle e Doroteo. In treno fino a Calais. Filipa, grazie per aver indicato il sito. 189 £ per tutte le spese da Calais a Folkestone mi sembra un prezzo ragionevole. Volevo chiederti se, prenotando, poi si occupano di tutto loro. Un abbraccio, gattacci!

    • Filipa, perdona il disturbo, hai un indirizzo mail dove posso scriverti?

  38. Ciao a tutti! Ho bisogno di aiuto per portare la mia micia a Londra! Ci sto impazzendo! Ho chiamato la british airways e appunto vogliono 700 euro :( la cosa migliore appunto era fare il tragitto in treno e prendere il traghetto ma i passeggeri a piedi non possono più portare animali! l’unica era quindi noleggiare una macchina poi riportarla a calais ( saremo in 2 quindi uno sta con la micia a dover e l’altro si rifà il viaggio in traghetto per riportare la macchina anche se è assurdo) ma niente da fare chi ti noleggia le auto non te le fa portare in traghetto. Allora abbiamo pensato all’eurotunnel, anche li abbiamo contattato per sapere se si può usare una macchina noleggiata per l’eurotunnel ma ancora nessuna risposta. Allora stavamo considerando i traghetti che partono per l’uk da altre città. Qualcuno di voi sa quali traghetti partono dall’olanda o dal belgio per l’uk? Grazie mille

  39. margherita mecenero scrive:

    Ciao Ambra,

    io ho il tuo stesso problema, a maggio devo portare su a Stoke i miei due mici che stanno a Vicenza, so che via traghetto non si può più fare….qualcuno ci aiuti :(

    ps: ho appena chiamato la monarch airline, il trasporto me lo farebbero da Venezia con dei buoni orari, in due ore e mezza si arriva a Manchester ma li fanno volare in cargo per 800£!!!!

    • Gian Maria scrive:

      Ciao Margherita,
      sei già partita?
      Io dovrei partire in questi giorni insieme al mio gatto per Londra e pensavo di prendere un taxi per il tratto Calais-Dover; potremmo dimezzare il costo del trasporto se ci accordassimo per trovarci all’altezza di Calais. E così potremmo alleggerire le spese del viaggio, cosa ne pensi?
      Spero riuscirai a leggere il messaggio prima della mia partenza! La mia mail comunque è gianmaria.ra@gmail.com.

      Ciao ciao

  40. Buongiorno a tutti, sono nella stessa difficilissima situaziomne!!!! Mi trasferisco a Cambridge settimana prossima e non so da dove cominciare per portare la mia Mela! E se facessimo una macchina verso UK tutti insieme? Almeno da Calais..

  41. Ciao, sono Sofia. In breve: a dicembre siamo partiti x UK senza il nostro gatto e adesso andiamo a prenderlo con la macchina. Il ritorno e’ previsto x il 20 aprile partendo dalla provincia di Bergamo. Abbiamo un posto x 1 persona + un gatto. Magari a qualcuno interessa di condividere il viaggio e il costo con noi?
    Contattatemi: sofia.mokrynska@ gmail.com

  42. ciao a tutti,

    io salgo col mio micio dalla Sicilia fino a Londra (volo Airone da Catania fino a Parigi il 18 di Maggio) e una volta là…é ancora tutto da decidere. A Parigi mi raggiunge il mio compagno; se ci fosse qualcuno con la macchina intenzionato a fare Calais-Dover via car con posto per due persone + gatto noi siamo disposti a dividere i costi e l’avventura!

    ciao
    Anna

  43. Ciao Lorena e ciao a tutti!
    Questo post é una manna dal cielo! Grazie a Lorena e a tutti quelli che hanno contribuito con la loro esperienza! L’anno prossimo a febbraio mi trasferirò a Oxford con il mio ragazzo e ovviamente la mia gattina Miel. Lei ovviamente va dove vado io, di lasciarla a qualcuno non se ne parla nemmeno. Lei é già una viaggiatrice, dato che abitiamo in Spagna ma torniamo in Italia per le vacanze. Tutta la trafila chip-passaporto-vaccinazioni per UK ormai è la stessa richiesta per ogni viaggio dall’Italia al resto d’Europa (o agli USA). Almeno non c’é più la quarantena… Ad ogni modo, la soluzione a cui sono arrivata dopo almeno due settimane di ricerche era quella di andare con la mia macchina da Milano (dove vivono i miei genitori, dopo essere tornata lì con Miel in aereo con iberia, che fin’ora non ha dato alcun problema) a Oxford passando per l’euro tunnel. Sapere che si può anche prendere il traghetto é ottimo (o che esiste il servizio taxi linkato da Filipa), dato che non sono sicura di fare avanti e indietro in macchina ogni estate o ogni Natale… Se qualcuno ha intenzione di trasferirsi in febbraio con il proprio micio mi faccia sapere che ci organizziamo per fare un trasferimento congiunto :)

  44. Io ed il mio banksy partiremo ad agosto….anche noi siamo alla ricerca di un auto da parigi a londra con cui condividere le spese!!!
    Lorena gentilmente potresti dirmi con quale compagnia di traghetti sei partita???

  45. Ciao !! anche noi in partenza.. tra due settimane… con 2 cani grossi e 4 gatti e 2 cavalli…. si siamo matti… lo so… ma siamo stati fortunati da trovare una casa che accetta tutti… una fortuna infinita…. I passaporti dei cani e dei gatti mi verranno dati il 25 e partiremo il 1 primo luglio…. uno dei cavalli e’ a posto ma la mia vecchietta no… sono ancora in attesa che esca il vet per microchip e riconoscimento….. noi ci sposteremo in macchina scortati dal camion che portera’ tutta la nostra vita… ma a parte i cani che staranno comodamente nel bagagliaio come li trasporto 4 gatti? separati ,insieme ,a gruppi di due?? ci sono misure di trasportino da rispettare o mi arrangio con quello che ho? e che tipo di Fiori di Bach hai dato al tuo Felix..? I miei non soffrono ma preferisco partire preparata!!!! grazie mille!!

  46. Ciao! Ho sentito che i gatto devo portare nel gattile appena arrivo… Non é vero???

  47. marianna scrive:

    ragazzi valutare ma valutare l’aereo fino a Bruxellex???

  48. Scusate ma leggo di treno, macchina…come avete fatto per i bisogni fisiologici dei vostri mici? Avete dormito in hotel e loro, fuori dai trasportini, hanno fatto tranquillamente le loro cosine? Perché altrimenti come fanno a stare tante ore senza farla? Sono in cerca di dritte…grazie!

  49. Ciao io devo salire in Inghilterra tra poco com la mia micia Alice , una domanda passo salire con lei sul traghetta senza stanza l’auto?

    • Ciao Rubén
      Sei riuscito ad organizzarti per il viaggio? Ma è ancora possibile salire a piedi su questi benedetti traghetti oppure no?
      Io pensavo di prendere il treno da Milano a Calais, taxi fino al porto e poi imbarcarmi… Ma sui siti delle compagnie sembra che non accettino più gli “appiedati” .
      Help meeeeeeee

  50. Ciao a tutti io dovrei tornare in italia ma o un piccolo coniglio. qualcuno mi sa dire come posso fare a portarlo con me

  51. Susanna Policastro scrive:

    Ciao, anche io sono di Treviso, presso quale agenzia di viaggio hai prenotato il tutto? grazie per la tua testimonianza

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *