neuedeutscheharte

Musikmesse a Francoforte

Il suono della Germania

Se pensiamo alla Germania, i primi pensieri che ci scorrono per la testa sono la birra, la nazionale di calcio biondo-baffuta degli anni 80, e le automobili.
Birra e baffi a parte, anche quest’anno, dal 10 al 13 aprile, si tiene a Francoforte uno degli appuntamenti più importanti per gli appassionati di musica, il Musikmesse, che richiama gente da tutto il globo per 3 giorni di full-immersion in novità musicali e music business.
Niente a che vedere con il folklore nazionale, qui ci sono ospiti da tutto il mondo.

Tweedot blog magazine - musikmesse frankfurt

E quando si pensa alla musica tedesca?

neuedeutscheharte

A qualcuno verranno in mente le canzoni folkloristiche cantate da una signorina con le trecce bionde, applaudita da un pubblico intento a scolarsi boccali di birra grandi come una damigiana e a qualcun altro invece verranno in mente i Rammstein, di cui il batterista Christoph Schneider è stato ospite alla fiera di Francoforte proprio nell’edizione del 2012.

neuedeutscheharte2

Negli ultimi anni i Rammstein sono sicuramente il gruppo che più è riuscito ad esportare un pezzo di Germania nel mondo. All’estero viene vista come musica metal ma in realtà appartiene ad una corrente musicale con forte personalità, di cui la band berlinese è solo la punta dell’iceberg, che prende il nome di Neue Deutsche Härte.

La Neue Deutsche Härte nasce nel 1994 con l’uscita di Sperm, secondo lavoro degli OOMPH!, una band proveniente da Wolfsburg. Il disco è di matrice elettronica come il precedente, ma stavolta vi è l’innovativa scelta di spostarsi verso una direzione rock-metal, di arricchire i brani con suoni pesanti di chitarra elettrica.

[wpvp_embed type=youtube video_code=q52boBZ768c width=630 height=450]

Una volta gettate le basi, ne colgono il testimone i berlinesi Rammstein, appunto, che danno alla luce il primo lavoro Herzeleid, disco che definirà maggiormente lo stile del genere musicale. Le caratteristiche sono i riff di chitarra secchi e pesanti, misti a suoni di sintetizzatore e voce grave rigorosamente in lingua tedesca.

[wpvp_embed type=youtube video_code=23jHaPrI16A width=630 height=450]

Negli anni successivi gli OOMPH! sono rimasti nell’underground (salvo il successo dell’album del 2004 Wahrheit oder Pflicht, trascinato dal singolo Augen Auf) mentre i Rammstein sono riusciti a portare la loro musica fuori dai confini del Paese a cui fino ad allora il genere era stato relegato.
Gli inizi del 2000 hanno visto l’apice di produttività con l’uscita di alcun album fondamentali come Sehnsucht e Mutter dei Rammstein, ed i lavori di molte altre band come Eisbrecher (nati dalle ceneri dei Megaherz), die Apokalyptischen Reiter, Umbra et Imago e molti altri.

neuedeutscheharte3

Ad oggi i Rammstein, essendo riusciti ad uscire dal continente, si sono spostati più su sonorità classiche da grandi produzioni statunitensi come l’ultimo lavoro Liebe Ist Für Alle Da, ed in casa ne hanno preso le redini gli Unheilig, trascinati dal carismatico Der Graf, i quali hanno cambiato le regole del gioco ridefinendo le caratteristiche del genere e prediligendo ballads dal classico sapore teutonico.

neuedeutscheharte4

Quello che personalmente mi affascina è vedere come un genere musicale si sia sviluppato all’interno del Paese e sia stato per lungo tempo relegato ai propri confini a causa della lingua e dell’immagine che richiama una forte appartenenza alla cultura teutonica.
Sarà interessante seguirne gli ulteriori sviluppi; nel frattempo cercherò un corso di tedesco.
 
 
CONTACTS:
Musikmesse Official WebSite
Musikmesse Official fb page
Musikmesse Official Twitter
Musikmesse Official Pinterest
Musikmesse Official G+
 
PH:
LooMeeTV
Eisbrecher Supporters Club
Notizie.it



Share Your Love
Email this to someoneShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *