Tweedot blog - Musica Dubstep

La Musica Dubstep

La musica dei giovani

dubstep1

Chi non ha sentito parlare di musica dubstep in quest’ultimo anno?
Quel genere che piace sia ai frequentatori delle discoteche, sia ai metallari nuova scuola?
Quest’anno è stato, senz’ombra di dubbio, l’anno di Skrillex, quel giovane mezzo rasato che ha portato il genere alle masse, che ha reso la dubstep famosa in tutto il mondo.

dubstep2

Ma guardiamo indietro.
La dubstep nasce in Inghilterra nei primi anni del secolo; la 2-step si sviluppa andando verso una direzione più cupa, tendente al dark. Iniziano a circolare i primi nomi ed il genere si espande per i locali londinesi. Molti considerano Burial il capostipite del genere.

dubstep3

Improvvisamente un giorno arriva dagli Stati Uniti il giovane Sonny Moore (aka Skrillex, Ndr), prende il genere, lo farcisce di brillantini e colori, lo gonfia di bassi che rasentano il suono di una Panda dell’82 senza marmitta mista ad un martello pneumatico, condendo con un po’ di techno che rende il tutto più commerciale.

dubstep4_m

Il Nostro fa il colpaccio: fioccano le collaborazioni, i Korn tentano di risollevarsi con un disco metalstep, altri gruppi come i Morbid Angel cercano di seguirli nell’intento, le radio, le tv, le pubblicità, Skrillex lo si sente ovunque.

I puristi del genere urlano allo scandalo, è un’offesa al genere.
Nasce così un nuovo nome alla musica proveniente dall’America: la brostep.
Skrillex e dubstep sono due nomi che non si scolleranno più, la gente continuerà ad identificare la dubstep con la musica di Skrillex. Un po’ come quella volta in cui qualcuno ha detto che i Greenday fanno punk. Ormai è tardi per cambiare.

Nel frattempo questa musica continua a svilupparsi, in terra inglese si sono consolidati diversi nomi come Benga, Skream e Rusko, nel mondo si affermano nomi come l’israeliano Borgore o gli australiani Knife Party e ciò nonostante nel nostro Paese troviamo da ridire anche su questa musica. O la si ama o la si disprezza.

Tutto sommato, tenendo conto che mentre in Inghilterra nascevano questi nuovi modi di fare suoni, noi ascoltavamo gli Eiffel 65, beh, credo che un’occhiata fuori casa ci farebbe bene.


TESTI © Isacco Furlan per Tweedot blog magazine. Tutti i diritti riservati.  // FOTOGRAFIE © Isacco Furlan – Love and Sound – Mu City Venue – Shiv-r



Share Your Love
Email this to someoneShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0
0 commenti
  1. “”Tutto sommato, tenendo conto che mentre in Inghilterra nascevano questi nuovi modi di fare suoni, noi ascoltavamo gli Eiffel 65, beh, credo che un’occhiata fuori casa ci farebbe bene.””

    Noi chi? Magari domandare sarebbe più logico invece di dare per scontato oppure “un’occhiata fuori casa” e scrivere post del genere.Anche in Italia ci sono state avanguardie in passato importantissime,magari leggiti qualcosa.Fare domande magari a chi ha un pò più di esperienza musicale a livello elettronico; si ascoltava nel 1994 (20 anni fa quando Skrillex aveva i pannolini) Richard Kirk, Autechre,Caustic Window,ApTw,Amazone,C.J.Bolland,FSOL…ecc ecc ecc
    La Dubstep del 2K praticamente è musica per bimbiminkia che non sanno neppure cosa sia la musica elettronica!!!

  2. Spolverino scrive:

    Il senso di quella frase è che mentre in Inghilterra creavano tutta questa musica e le radio pullulavano di artisti drum&bass e sottogeneri, in Italia si sentivano solo Eiffel65 e compagnia bella. Se tu nel 94 ti ascoltavi tutta quella roba, è un altro discorso. Il genere è arrivato alla massa in Italia solo grazie a Skrillex.

    • “Il genere è arrivato alla massa in Italia solo grazie a Skrillex.”

      Ma che stai a scrivere ma quale Skrillex… che t’ha fatto male lo “spolverino”…C’erano programmi dove si ascoltava di tutto,ovviamente chi voleva ascoltare qualcosa di diverso e a chi interessava .Skrillex è una interpretazione bimbominkiesca dell’elettronica.

      • Firestarter scrive:

        Esatto Linmiri, oltretutto qualcuno si dimentica il 1996-97 dove l’elettronica imperversava ovunque, pensiamo ai Prodigy!!! e ad Aphex Twin con come to daddy video passato regolarmente su MTV, il film Trainspotting con Leftfield e Underworld. ..potremmo parlarne all’infinito. Qualcuno evidentemente ha memoria molto corta oppure è un ignorante presupponente. Adirittura negli anni 90′ tutti facevano elettronica compreso i super big, soprattutto nella seconda metà persino U2 con Pop che chiesero consigli pure ai musicisti idm, madonna e bowie…

        • Laura Manente scrive:

          Firestarter alias Linmiri… non è carino fingere di essere un’altra persona semplicemente cambiando nome 😀 eddaiii, la sportività dov’è? Avvisiamo il nostro Isacco di leggere gli ultimi due tuoi commenti così da risponderti. Speriamo vi mettiate d’accordo! 😛

          • Firestarter scrive:

            Non sono io Linmiri!!! Avvisa chi ti pare, ma ti stai sbagliando.

          • Firestarter scrive:

            Inoltre non so chi sia “isacco” … Se questo isacco è quello che ha scritto questo “articolo” non c’è che da confermare che evidentemente è stato isolato per 20 anni ad ascoltare Eiffel65.

          • Laura Manente scrive:

            Ti risparmio gli screenshot che mostrano che sei sempre tu 😉 sii più sportivo, i tuoi commenti potrebbero essere davvero interessanti! 😉

  3. Che bello vedere tanti commenti dopo così tanto tempo!
    Però menare il pisello all’aria per giocare a chi ce l’ha più lungo è un gioco che non mi piace.
    E visto che pure ti commenti da solo, ti lascio libero il campo di gioco.
    E non guardare Mtv.

    • Firestarter scrive:

      Non mio commento da solo. Tu stai male.

      • Laura Manente scrive:

        mmm… nei commenti più sotto ti scrivo: “Ti risparmio gli screenshot che mostrano che sei sempre tu 😉 sii più sportivo, i tuoi commenti potrebbero essere davvero interessanti! ;)”

        • Firestarter scrive:

          Se vuoi continuare a scrivere che sono io fallo pure, come vuoi, non me ne frega nulla. Ho inviato questo “idillio” almeno ad altre 10 persone con le quali abbiamo appunto commentato l’assurdità dell’articolo da voi proposto, quindi sarebbe meglio che venissero trattati argomenti da persone che abbiano una certa preparazione e/o competenza a riguardo, altrimenti parlate di culinaria forse è meglio.Che io scriva cose interessanti a tal proposito non lo metto in dubbio dato che ascolto solo musica elettronica dal 1989.

    • Firestarter scrive:

      E tu smettila di ascoltare eiffel65

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *