Tweedot blog magazine - Macine Mulino Bianco Fatte in Casa

Biscotti Macine – la Ricetta

Una Colazione Sana e Romantica

Le Macine, i Galletti e i Tarallucci: i biscotti Mulino Bianco che preferisco. Se c’è “qualcuno” che a colazione ne mangia una quintalata, allora perché non farli in casa giusto per sapere che gli ingredienti che contengono ci vanno tutti a genio? Io vado con ordine e comincio dalle macine!

Questa è la ricetta che ho aggiustato seguendo il mio gusto; tutti mi dicono di adorarle: provate a farle anche voi senza dimezzare le dosi perché vedrete, andranno a ruba. Meglio tenerne qualcuna per qualche altra mattina, no?!?

 

INGREDIENTI

  • 250g farina 00
  • 400g farina manitoba
  • 50g farina di fecola
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 230g zucchero
  • 1 bustina vanillina
  • 2 uova
  • 100g panna da montare
  • 250g burro
  • 1 pizzicotto di sale

 

Tweedot blog - Ricetta Macine Mulino Bianco

 

Consiglio: se non avete uno stampino piccolo-piccolo usate un tappo per bottiglie come ho fatto io! La dimensione è perfetta, misura 1 centimetro e mezzo di diametro 😛

COME FARE

Per prima cosa macinate lo zucchero, così sarà più semplice l’amalgamarsi con gli altri ingredienti.

Ora fate sciogliere il burro e lasciatelo raffreddare a temperatura ambiente.

Prendete una ciotolona e metteteci per prime le farine, poi il lievito, e mescolate il tutto.

Aggiungete nella ciotola lo zucchero, la bustina di vanillina e mescolate ancora.

Unite le uova e cominciate a manipolare l’impasto con le mani, dentro alla ciotola.

Per ultimi aggiungete la panna liquida, il burro e il pizzicotto di sale continuando a lavorare la pasta per qualche minuto.

Formate una palla, coprite la ciotola con della pellicola trasparente e lasciate riposare il vostro impasto per una mezz’ora almeno.

Quando sarete quasi pronte per dar forma alle vostre indimenticabili macine, accendete il forno a 180 gradi, ventilato.

Spolverate con un po’ di farina 00 il vostro piano e metteteci sopra una pallina di pasta, lasciando il resto nella terrina, in frigo. Col mattarello stendete l’impasto alto un centimetro.

Con uno stampino rotondo del diametro di 5 centimetri circa, tagliate le ruote e con uno ancora più piccolo fateci il classico buchino al centro.

Usando una paletta o un coltello per non rovinare le forme dei biscotti mentre una dopo l’altra le solleverete dal piano, poggiatele sulla teglia coperta da un foglio di carta forno e poi infornate finché non vedrete i vostri biscotti piuttosto ingialliti.
Se vi piace un gusto più forte e una consistenza meno friabile, lasciateli cuocere finché li vedrete dorati.

Ripetete fino a quando avrete terminato tutto l’impasto. Infornerete per circa 6 volte.

Una capiente boule di macine sarà pronta per le vostre sane colazioni, ma vedrete, in qualsiasi momento della giornata nessuno saprà resistere a spiluccare questi deliziosi biscotti fatti in casa. Un motivo in più per pensare di regalarne una fila a qualche amico goloso.

Tweedot blog - Ricetta per i Biscotti Macine Fatti in Casa

Tweedot blog - Biscotti da Inzuppo alla Panna

Tweedot blog - Biscotti Macine Caserecce

Tweedot blog - Ricetta Veloce per Biscotti di Frolla

Tweedot blog - Macine Biscotti di Pasta Frolla


FOTOGRAFIE, TESTI e RICETTA © Laura Manente. Tutti i diritti riservati.



Share Your Love
Email this to someoneShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Share on Google+0Share on LinkedIn0
8 commenti
  1. Ciao Laura sono Max, il moroso della mitica Elena Spagnoletto. Senti Elena dice che vuole farmi i biscotti. Io adoro ste cose, ma tanto ! pubblica anche una ricetta che abbia la base di nocciole tostate. Vado letteralmente pazzo per qualsiasi dolce a base di nocciole. Domanda : si possono fare le macine con le nocciole ?

    • Laura Manente scrive:

      Ciao Max, metti alla ruota Elena, sì! 😉
      Le Macine lasciale così come sono, non azzardare variazioni, in arrivo qualcosa con le nocciole, promesso! Nel frattempo dai un’occhiata a “Brutti-Brutti ma Boni-Boni“, sono nocciolosi, facilissimi e buoooni 😉

  2. E’ la quarta volta che entro per scopiazzare la ricetta: piacciono troppo in casa!!! Escono davvero buone e belle!
    Però sto aspettando i Tarallucci, i miei preferiti!!!

    • Laura Manente scrive:

      Ciao Paola, hai ragione!!! Devo assolutamente trovare il “la” per i Tarallucci! Nel frattempo scopiazza ancora le macine, tanto, più sane di così non si può 😉 A presto!

  3. complimenti ! le ho fatte piu’ volte anche io e sono una favola ! questa volta le ho rifatte con la trina integrale , provale laura ! le vostre ricette sono bellissime ! davvero brave !

    • Laura Manente scrive:

      Ciao Sabrina :) che bell’idea la farina integrale! Farò il test e poi le posterò di sicuro!!! Grazie!!! Continua a seguirci e ben vengano gli spunti 😉

  4. Mi piacerebbe fare le tue Macine ma vorrei capire perchè hai usato la Manitoba, una farina forte con W piuttosto alto usata generalmente per i lievitati….Grazie!

    • Ciao Annalisa! Hai pienamente ragione a chiedere. Sinceramente, a più di un anno di distanza, proverei qualche altro metodo. Ad ogni modo ho usato una parte di manitoba perché mi riuscissero nella loro particolare friabilità. La resa non è quella di una frolla semplice, però, adesso che so destreggiarmi meglio tra gli ingredienti sani, credo che potrei provare benissimo a sostituirla. Lasciami provare e ti prometto presto una rivisitazione senza manitoba 😉

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *